Freedom Beings Lab

Versione in Italiano di seguito

Every human being is an artist, a freedom being, called to participate in transforming and reshaping the conditions, thinking and structures that shape and inform our lives.” – Joseph Beuys


What is this workshop ?

A theatre workshop, for trainers, facilitators, educators, social artists, and all those who wish to have new relational instruments in their professional or personal lives. In the workshop we would learn and practice theatre games, exercises and practices, using the body and non-verbal language, as collective research. By placing our attention on the body and emotions we can develop new ways to communicate and to explore the universality of physical language. to rediscover ourselves and our relations to others. and create art as an

 “instrument of consciousness” to be used to expand and widen our sense of self.

An opportunity for dialogue among practitioners, and trans-disciplinary research of practices, contributing to a creative, socially, and ecologically, sustainable future for all.

Why Freedom beings?

Since we are shaped and influenced by the conditions in which we live, where freedom is located, how it occurs and achieved, are key questions to explore for us to understand human ecosystems. Our sense of freedom is equally about what is happening “out there” as what is happening “in here”. The crises and challenges we face “outside” are interlinked with the those that are present in our “inner” perspectives, and the values and habits that have created them. And this how material and non-material forces – such as values, attitudes and decisions – have, and still do, shape the world.

 

The commitment to the exploration and practice of freedom must come with the recognition we are not here alone. Freedom of one individual human being over all others or the freedom of humanity, on the expanse of all other beings, is not true freedom.

 

There is an intimate connection between freedom and responsibility. And for us to see emerge a democracy, an economy, an education, which promotes understanding, well-being, creativity and deeper and wider capacity for care to all beings.

Who are the facilitators?

Uri was born in a small village in the Galilee, he integrates Theater of the Oppressed facilitation, Dragon Dreaming project design, and research of Theory U and Social Presencing Theatre. He is passionate about making visible the invisible, building collective dreams, and empowering people and communities. He works to support, facilitate, envision and co-create programs that let emerge dreams and talents of people, organisations and the earth, locally and globally.

Gopal is an actor, director and social theatre practitioner based in Nepal. He love theatre and transmitting that love to others. He conducted hundreds of theatre workshops and social theatre performances. Since after the devastating 2015 earthquake in Nepal he works with theatre for psychosocial intervention and community integration. He works to realize the vision of ICST Nepal the international centre for social theatre in Nepal and Lukeko Gaun, a village for arts and farming.


Participants will be provided with all the necessary material as well as a collection of practical exercises in paper format or by multimedia file (to specify your preference in the registration mail.)

WHERE:
Via Dei Renai 23, at the headquarters of Paramitalab.

WHEN:
From Friday 11 October 2019 at 18. 00, until Sunday 13 October at 12. 30

NON-RESIDENTIAL

MAXIMUM NUMBER OF PARTICIPANTS 30

COSTS:
for organizational matters, the cost of the event will be 170 € for those who have registered by October 5 and 210 for those who will register later or on the day of the event. The price includes only Sunday lunch which will be offered and vegetarian/vegetarian.

TO ATTEND THE EVENT:
it is necessary to register by writing an email to the post office box: segreteria@spiramirabilis. eu and pay the fee or half of the fee (as a deposit, the balance will be completed on the day of the event) by bank transfer to the iban code that will be provided at the time of registration by email.

per info: info@spiramirabilis.eu
Andrea: 3299690569
Marina: 3452314664

VERSIONE ITALIANO

Spiramirabilis in collaborazione con Paramitalab e Imaginaction
presentano:

FREEDOM BEINGS
Un laboratorio teatrale con Gopal Aryal e Uri Noy Meir

“Ogni essere umano è un artista, un essere libero, chiamato a partecipare a trasformare e rimodellare le condizioni, i pensieri e le strutture che modellano e informano la nostra vita.”
Joseph Beuys

Che cos’è questo workshop?

Un laboratorio teatrale per formatori, facilitatori, educatori, artisti sociali e tutti coloro che desiderano avere nuovi strumenti relazionali nella loro vita professionale o personale.

Cosa impareremo?

Nel laboratorio impareremo attraverso giochi, esercizi e pratiche teatrali, utilizzando il linguaggio corporeo e non verbale, come ricerca collettiva. Ponendo la nostra attenzione sul corpo e sulle emozioni, potremo sviluppare nuovi modi di comunicare ed esplorare l’universalità del linguaggio fisico. Riscopriremo noi stessi e le nostre relazioni con gli altri e creeremo l’arte come uno “strumento di coscienza” da usare per espandere ed ampliare il nostro senso di sé.
Un’opportunità di dialogo tra professionisti e una ricerca transdisciplinare delle pratiche, per contribuire ad un futuro creativo, sociale ed ecologico, sostenibile per tutti.

Perché Freedom beings?

Dal momento che siamo modellati e influenzati dalle condizioni in cui viviamo, domande come “Dove si trova la libertà?”, “Come avviene e come si realizza?” sono quesiti chiave da esplorare, per comprendere gli ecosistemi umani. Il nostro senso di libertà riguarda sia ciò che sta accadendo “là fuori”, sia ciò che sta accadendo “qui dentro”, all’interno dell’individuo. Le crisi e le sfide che affrontiamo “fuori” sono interconnesse con quelle che sono presenti nelle nostre prospettive “interiori”, e con i valori e le abitudini che le hanno create. E questo è il modo in cui le forze materiali e non materiali – come i valori, gli atteggiamenti e le decisioni – hanno e continuano a plasmare il mondo.

L’impegno nell’esplorazione e nella pratica della libertà deve venire con il riconoscimento che non siamo qui da soli. La libertà di un singolo essere umano su tutti gli altri o la libertà dell’umanità, sull’estensione di tutti gli altri esseri, non è vera libertà.

C’è un’intima connessione tra libertà e responsabilità. E per noi significa vedere emergere una democrazia, un’economia, un’educazione, che promuovono la comprensione, il benessere, la creatività e una più profonda e più ampia capacità di prendersi cura di tutti gli esseri.

Chi sono i facilitatori?

Gopal Aryal è un attore, regista e praticante di teatro sociale con sede in Nepal. Ama il teatro e trasmette questo amore agli altri. Ha condotto centinaia di laboratori teatrali e spettacoli di teatro sociale. Da allora, dopo il devastante terremoto del 2015 in Nepal, lavora con il teatro per l’intervento psicosociale e l’integrazione comunitaria. Lavora per realizzare la visione dell’ICST Nepal, il centro internazionale per il teatro sociale in Nepal e Lukeko Gaun, un villaggio per le arti e l’agricoltura.

Uri Noy Meir è nato in un piccolo villaggio della Galilea. Integra Theater of the Oppressed facilitation, Dragon Dreaming project design, e ricerca di Theory U e Social Presencing Theatre. Si dedica con passione a rendere visibile l’invisibile, a costruire sogni collettivi e a rafforzare le persone e le comunità. Lavora per sostenere, facilitare, immaginare e co-creare programmi che fanno emergere i sogni e i talenti delle persone, delle organizzazioni e della terra, a livello locale e globale.

Ai partecipanti verrà fornito tutto il materiale necessario oltre a una raccolta di esercizi pratici in formato cartaceo o mezzo file multimediale (da specificare la preferenza nella mail di iscrizione)

DOVE:
Via Dei Renai 23, presso la sede di Paramitalab.

QUANDO:
Da venerdì 11 ottobre 2019 alle 18.00, fino a domenica 13 ottobre alle 12.30

NON RESIDENZIALE

SI CONSIGLIA UN ABBIGLIAMENTO COMODO

N° MASSIMO PARTECIPANTI 30

COSTI:
per questioni organizzative il costo dell’evento, sara di 170€ per chi avrà effettuato l’iscrizione entro il 5 ottobre e di 210 per chi si iscriverà in seguito o il giorno dell’evento. La quota comprende solo il pranzo di domenica che sarà offerto e totalmente vegetariano/vegano.

PER PARTECIPARE ALL’EVENTO:
è necessario iscriversi scrivendo una mail alla casella postale: segreteria@spiramirabilis.eu e versare la quota o la metà della quota (quale caparra, andrà completato il saldo il giorno dell’evento) mezzo bonifico bancario al codice iban che vi varra fornito al momento dell’iscrizione via mail